fbpx

Archivi categoria : Recensione

Il futuro degli altri di Paolo Brera è un romanzo audace e innovativo che non mancherà di affascinare i lettori spingendoli sempre oltre il limite delle loro capacità e facoltà tanto deduttive che abduttive, declinando nel contempo aspetti tematici di stringente attualità ma sempre sul filo sottile eppure binario dell’ambiguità, della commistione e della confusione di livelli che lungi dal disorientare costituiscono semmai inaspettate interazioni per arrivare a comprendere una delle verità che maggiormente investono il nostro presente: «I livelli di realtà sono tanti, l’unico limite è la possibilità».

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autrice.

Sara Minervini | 4.0Blog

Paolo Brera [...] in ossequio alle leggi della letteratura, che intessono il reale con i loro iridescenti fili e lo rendono diverso da sé, eppure sempre lo stesso, edificando un sistema escheriano di riferimenti e scatole cinesi in cui si resta avvinti e affascinati, narra con brillantezza appassionante la storia dell’assassinio di una donna che pare assai simile a quello raccontato in un giallo allegato a un giornale da uno scrittore, Paolo Brera, su cui dunque si addensano i sospetti. E… Da non perdere.

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autore.

Gabriele Ottaviani | Convenzionali


Con una prosa nitida e asciutta, non priva di venature realiste, in cui le quattro mani degli autori si fondono in un’omogeneità sorprendente, impossibile sia da distinguere che da contraddire, il romanzo ha una forza e un coraggio incredibili che mettono il lettore davanti a verità scomode ma non più occultabili.

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autrice.

Sara Minervini | 4.0 Blog


Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un giallo ben costruito, dove alcuni dettagli apparentemente innocui hanno invece un’importanza decisiva per la risoluzione della vicenda. Interessanti i versi di alcune canzoni utilizzati come intro ai diciotto capitoli del libro.
Buona lettura.

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autrice.

Federica Belleri | Liberi di scrivere

Luce è giustizia e riscatto, parole da tenere in una prova di scrittura trascinante, avvincente, segnata da pagine in cui davvero si scova la Luce nelle macerie di anime che oltre lo spazio e il tempo un po’ si assomigliano sempre.

Clicca sul nome dell'autrice per leggere la recensione.

Stefania Castella | MeLoLeggo

Un romanzo sulle capriole dell’amore, che non prescinde mai da chi siamo, da come viviamo, da quali sono i nostri valori e i nostri sogni.
Un romanzo che parla di cose importanti, scritto con una semplicità che si vede che è il frutto di un grande lavoro.
La vita sessuale delle sirene si legge in poco tempo, perché è diretto, immediato, fresco e però ha quella grande capacità dei libri fatti bene: l’immedesimazione.

Leo e Ilaria potremmo essere noi, in bilico tra un “per sempre” e un bagno nudi in piscina che rovina tutto.

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autrice.

Angela Del Prete | Righevaghe

Lo stile dei due autori è asciutto e preciso, con frasi corte e senza troppo fronzoli, come una storia del genere richiede. Si nota la capacità di creare strutture perfette e anche la loro ineccepibile preparazione storica.

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autore.

Luigi Maiello | Intertwine.it

Ezio Marvelli è un investigatore formidabile, un ispettore bravissimo che è riuscito a fermare Buio, al secolo Giano Gozzi, un serial killer armato di machete che imperversava nel Nord Italia e che durante lo scontro decisivo con Marvelli è scomparso nelle infide e freddissime acque del fiume Po: ma a quanto pare questo che letteralmente sembra essere un vero e proprio spettro del passato non ha la benché minima intenzione di abbandonare Marvelli.

Clicca sul nome dell'autore per leggere la recensione.

Gabriele Ottaviani | Convenzionali

“L’ultima generazione” è un viaggio che si snoda in diverse città d’Europa e si conclude con delle riflessioni intimiste sulla crescita dell’uomo. La leggerezza del libro, condita dalla velocità, la curiosità e la goduria nel leggerlo, sbatte contro la realtà che Zeno ci mette davanti agli occhi e ai pensieri del suo protagonista, che di Schopenauriana memoria sembra così intelligente a tal punto da soffrirne. (...) “L’ultima generazione”, insomma, è un gioiellino che si incastona in un 2018 poco incline alle novità.

Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell'autore.

Martino Del Volo | Tablet Roma

A ogni Euro di spesa accumulate 1 Punto che potrete utilizzare come sconto negli acquisti successivi. Ignora