fbpx

Il blog del Clown

Tutto ciò che riguarda i nostri libri. E molto di più...

In copertina

Recensioni

“Da non perdere”

Paolo Brera […] in ossequio alle leggi della letteratura, che intessono il reale con i loro iridescenti fili e lo rendono diverso da sé, eppure sempre lo stesso, edificando un sistema escheriano di riferimenti e scatole cinesi in cui si resta avvinti e affascinati, narra con brillantezza appassionante la storia dell’assassinio di una donna che pare assai simile a quello raccontato in un giallo allegato a un giornale da uno scrittore, Paolo Brera, su cui dunque si addensano i sospetti. E… Da non perdere. Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell’autore. Gabriele Ottaviani | Convenzionali

Leggi Tutto »

“Il romanzo ha una forza e un coraggio incredibili”

Con una prosa nitida e asciutta, non priva di venature realiste, in cui le quattro mani degli autori si fondono in un’omogeneità sorprendente, impossibile sia da distinguere che da contraddire, il romanzo ha una forza e un coraggio incredibili che mettono il lettore davanti a verità scomode ma non più occultabili. Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell’autrice. Sara Minervini | 4.0 Blog

Leggi Tutto »

“Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un giallo ben costruito”

Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un giallo ben costruito, dove alcuni dettagli apparentemente innocui hanno invece un’importanza decisiva per la risoluzione della vicenda. Interessanti i versi di alcune canzoni utilizzati come intro ai diciotto capitoli del libro. Buona lettura. Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell’autrice. Federica Belleri | Liberi di scrivere

Leggi Tutto »

“Luce è giustizia e riscatto”

Luce è giustizia e riscatto, parole da tenere in una prova di scrittura trascinante, avvincente, segnata da pagine in cui davvero si scova la Luce nelle macerie di anime che oltre lo spazio e il tempo un po’ si assomigliano sempre. Clicca sul nome dell’autrice per leggere la recensione. Stefania Castella | MeLoLeggo

Leggi Tutto »

“Leggendo, pare quasi di sentire la colonna sonora di The long goodbye”

Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un romanzo molto teso, com’è nello stile di Riccardo Landini, autore più vicino al genere hard boiled all’americana che al noir di casa nostra, molto bravo nell’evocare le atmosfere cupe della provincia. (…) Riccardo Landini è un avvocato e questo fa sì che i suoi libri e i numerosi racconti, alcuni di quali premiati, siano sempre molto corretti dal punto di vista procedurale. Il suo stile è fluido. Le sue storie, pur prendendo molti spunti dalla cronaca, si avvalgono di una buona capacità di inventare intrecci e sviluppi che tengono viva l’attenzione del lettore fino all’epilogo, che non è mai banale o scontato. Nel complesso, un autore molto interessante da non perdere di vista. Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell’autrice. Adele Marini | MilanoNera

Leggi Tutto »

Novità

Notizie

Brividi noir in una notte d’estate all’Antico porto

Musica, cinema, visite guidate, laboratori, letture e degustazioni: la nuova edizione della rassegna estiva L’antico porto al chiaro di luna animerà le serate dell’antico porto di Classe dal 3 luglio al 3 settembre. All’interno del programma – vastissimo, per cui vi consigliamo di consultare il programma completo dal sito del Parco archeologico – c’è anche una sezione dedicata agli incontri letterari, Un bastimento di libri. Anche Clown Bianco Edizioni sarà ospite della rassegna, proponendo una serata tutta dedicata al noir (un’opportunità preziosa, per la quale ringraziamo la Fondazione RavennAntica). L’appuntamento è per giovedì 27 luglio quando, dopo la visita guidata con incursioni musicali e aperitivo (ore 19), alle 21 si svolgerà l’incontro con alcuni degli autori, che hanno partecipato all’antologia I Clown Bianchi: Romano De Marco, Gianluca Morozzi e Massimiliano Venturini, intervistati da Nevio Galeati, giornalista, scrittore e direttore artistico del Festival GialloLuna NeroNotte. Si parlerà dell’antologia I Clown Bianchi, ma non solo! Il tutto nella cornice suggestiva dell’antico porto romano. L’ingresso al Parco archeologico ha un costo di 5 euro a persona oppure di 10 euro nel caso si voglia partecipare anche alla visita guidata con aperitivo (in questo caso la prenotazione è obbligatoria: 0544 478100). Vi aspettiamo!

Leggi Tutto »

I Clown Bianchi – 13 storie d’autore

Tredici autori di talento e fama raccontano altrettante storie in cui il filo conduttore è l’intreccio inestricabile tra bene e male che caratterizza ogni buon noir. Tredici racconti profondamente diversi tra loro, mai banali, da cui emergono paure, incubi, solitudini, orrori reali e immaginari descritti attraverso gli occhi e le voci di personaggi in grado di conquistare più di un posto nella memoria e nei cuori dei lettori. Questo è I Clown Bianchi – 13 storie d’autore (Clown Bianco Edizioni), disponibile in tutte le librerie e in tutti gli store on line sia in formato cartaceo sia in digitale. SINOSSI E AUTORI Maria Silvia Avanzato (Anemone al buio, Fazi, il suo ultimo romanzo) racconta la storia di un’anziana innamorata, disposta a tutto per conquistare l’uomo dei suoi sogni. Eraldo Baldini (Stirpe selvaggia, Einaudi, il suo ultimo romanzo) mette in guardia sui rischi di un’ambizione sfrenata. Sullo sfondo, nientemeno che il Maestro Federico Fellini. Alessandro Berselli (in libreria con Le siamesi, Elliot) ci parla di una coppia stanca. Stefano Bonazzi (A bocca chiusa, Newton Compton) dipinge il male dove il senso comune vorrebbe non ci fosse. Romano De Marco (in vetta alle classifiche di vendita con L’uomo di casa, Piemme) racconta la difficile notte di una famiglia non proprio tranquilla. Nevio Galeati (Improvvisazioni per chitarra e batteria, Foschi, direttore artistico del Festival GialloLuna NeroNotte) ci descrive i retroscena di un concorso di bellezza. Riccardo Gazzaniga (in libreria con Non devi dirlo a nessuno, Einaudi) racconta la storia di un killer di mafia innamorato. Giorgia Lepore (Angelo che sei il mio custode, E/O) parla di un divo decaduto. Stefano Mazzesi (Bianco come la notte, Foschi) racconta una brutta storia di sfruttamento tra l’Italia e la Moldavia. Gianluca Morozzi (in libreria con Lo specchio nero, Guanda) affronta il tema di una terza via che potrebbe salvare il mondo. Massimo Padua (Attitudine alla notte, Runa) narra la storia del legame tra tre fratelli e un quadro inquietante. Daniele Picciuti (L’inconsistenza del diavolo, Golem) racconta la leggenda di bambini-stregoni. Massimiliano Venturini (La rivoluzione di Arturo, Pendragon) ci parla di un omicidio durante un rave party. UN ANNO DI CLOWN Il titolo I clown bianchi è legato al primo compleanno di Clown Bianco Edizioni, realtà nata a Ravenna dall’Associazione culturale Clown Bianco. Qualcuno si è preso anche il disturbo di coniare un neologismo – coulrofobia, quasi impronunciabile – per indicare la paura dei pagliacci. Perché una figura che dovrebbe portare buonumore, strappare sorrisi, si trasforma in qualcosa di terrificante? Sintetizzando, causa della fobia sembra essere il trucco eccessivo, con quella bocca che sembra una ferita aperta, quella parrucca, quel nasone. Tutti elementi che ci impediscono di riconoscere chi ci sia dietro cerone e orpelli. I clown cattivi, terrorizzanti non sono una novità: il Joker di Batman, creato nel 1940, e il pagliaccio di It di Stephen King (1986) sono solo gli esempi più famosi. Queste figure, tuttavia, sono direttamente ispirate al clown augusto, cioè al clown pasticcione che, nel circo, dovrebbe far ridere il pubblico. In antitesi a lui, sulla scena, c’è il clown bianco, quello che detta le regole, rigoroso, severo (spesso viene rappresentato con il sopracciglio alzato, in atteggiamento giudicante), triste. L’eterna dicotomia tra ordine e caos, ragione e istinto, lucidità e confusione. Se i due elementi non sono in equilibrio, si spalancano le porte a qualcosa di oscuro. Da questa suggestione è nata l’idea di battezzare Clown Bianco l’associazione culturale. E da qui all’idea di festeggiare questo primo compleanno con una raccolta di racconti in cui il gioco di luci e ombre fosse protagonista il passo è stato breve. Titolo dell’antologia è I clown bianchi perché in queste storie è contenuta l’essenza di Clown Bianco Edizioni: il desiderio di proporre ai lettori non solo storie avvincenti, ma storie che li facciano pensare, che li mettano davanti a uno specchio deformante in cui, tra mille frammenti di follia, riescano a riconoscere qualcosa di sé. Perché dietro al trucco del clown, c’è sempre un po’ di tutti noi. In questo primo anno sono stati tanti gli amici che ci hanno sostenuti e incoraggiati. Due, in particolare, vorremmo ringraziare pubblicamente: Mauro Monaldini, grafico e illustratore, che ha creato l’inquietante clown bianco del nostro logo, e Gianluca Morozzi, che proponendoci di pubblicare Fucsia, una raccolta di racconti di un genere indefinito tra l’horror, il noir e l’erotico, ha trasformato l’avventura di Clown Bianco in un lavoro vero e proprio. SCHEDA LIBRO Titolo: I clown bianchi – 13 storie d’autore Editore: Clown Bianco Edizioni Formato: cartaceo (brossura fresata, A5, con alette) e ebook (ePub, Kindle) Prezzo: 15 € per il cartaceo, 7,49 € per l’ebook ISBN: 9788894185478 (cartaceo), 9788894909029 (ebook) Pagine: 184 Distribuzione: Goodfellas Libri

Leggi Tutto »

Arriva in ebook “Le radici dell’inganno”, racconto vincitore di Giallo alle Olimpiadi

Che il primo amore non si scordi mai sembra essere più di un luogo comune per Mauro Mignone, investigatore privato che un giorno vede arrivare nel suo ufficio Elena, per la quale aveva provato un amore tanto infantile quanto intenso durante una vacanza in Sardegna tanti anni prima. Elena, ora, ha bisogno del suo aiuto per tirare fuori dai guai il fratello, in affari con la malavita genovese e con l’abitudine di sedurre le donne sbagliate. Un compito non facile per Mauro, che incolpa il fratello di Elena di aver distrutto la sua famiglia. Per amore accetterà il caso. E le sorprese non mancheranno. Presto in ebook (ePub e Kindle), a 1,99 euro, “Le radici dell’inganno” di Mauro Frugone, racconto vincitore del concorso “Giallo alle Olimpiadi“.

Leggi Tutto »

Rosa? No, Fucsia. A San Valentino debutta la nuova collana di eBook

“Passione Fucsia” è il nome della nuova collana di Clown Bianco Edizioni che debutterà a San Valentino e che sarà dedicata esclusivamente a racconti lunghi di genere “rosa intenso”.

Leggi Tutto »

Nessuno è innocente: il ritorno di Giuseppe Casa in libreria con “Io non sono mai stato qui”

Dopo quattro anni di assenza dagli scaffali delle librerie, Giuseppe Casa, vincitore nel 2003 del Premio Stresa Giovani Autori con “La notte è cambiata” (Rizzoli), torna con un romanzo nerissimo, “Io non sono mai stato qui”, in uscita per Clown Bianco Edizioni.

Leggi Tutto »